Xiaomi mi A3 vs Redmi note 7: una sfida da ”Champions”.

Xiaomi mi A3 vs Redmi note 7 una sfida da ''Champions''.

HO CONFRONTATO I DUE SMARTPHONE XIAOMI E REDMI ORMAI A PIENO TITOLO NELLA CHAMPIONS LEAGUE DEL MERCATO EUROPEO, CON MILIONI DI VENDITE EFFETTIVE.

L’attenzione su questi nuovi competitor è tanta ed un segno di successo tangibile è l’inserimento a catalogo del listino destinato ai clienti del segmento business della telefonia mobile.

Smartx è un interlocutore rivolto al mercato business e intende entrare nel vivo dei dettagli tecnici di questi due smartphone economici, ma con un equipaggiamento da fare invidia ai top di gamma di sempre.

Entrambi i dispositivi sono dotati di processori Qualcomm, in particolare nello Xiaomi Mi A3 lo Snapdragon 665 e nel Redmi Note 7 lo Snapdragon 660. Ciò significa una maggiore velocità nel secondo caso, ma non di molto.

In quanto a memoria RAM non trovo grandi differenze: il Mi a3 è stato lanciato in 2 versioni da 4gb, mentre il Note 7 in tre versioni di cui una da 3gb e le altre due da 4gb.

In modo speculare, per lo storage, il Mi a3 è venduto con 64 e 128 gb, il Note 7 da 32/64/128.

Sulla fotocamera Xiaomi Mi A3 prende il largo:

Il Redmi Note 7 nella parte posteriore in alto a sinistra presenta un modulo dual camera con sensore Samsung GM1 da 48 megapixel e 5 megapixel, Hdr per il miglioramento della scarsa luminosità e rilevamento scena, ritratto, abbellimento.

Lo Xiaomi Mi A3 invece ha una fotocamera posteriore, sempre posizionata in alto a sinistra, con 3 sensori: 48 megapixel grandangolare f/1.79 + un obiettivo da 8 MP ultra-grandangolare fino a 118 gradi+ sensore di profondità da 2 MP f/2,4 .

Tra le modalità: ritratto, rilevamento scene, fotografia notturna stabile.

Per concludere la fotocamera frontale del Mi A3 permette selfie da 32 MP contro 16 Mp.

Entrambi gli smartphone hanno il supporto dell‘intelligenza artificiale.

Gli schermi molto ampi, ma il Redmi Note 7 fa la differenza con un display a goccia FHD+ da ben 6,3 pollici. Non a caso si chiama ‘Note’.

Xiaomi Mi a3 con il suo pannello AMOLED HD risulta senz’altro più luminoso, ma rispetto al Note 7 ha uno schermo più stretto e allungato con 6,088 pollici, non sempre gradito.

Entrambi hanno un aspetto 19,5:9 e vetro corning gorilla 5 e autonomia analoga. Da 4030 mAh per il Mi A3 con ricarica veloce di casa Qualcoom e 4000 mAh per il Note 7.

Un’altra differenza visibile è il lettore d’impronta digitale che con Xiaomi è sotto il display, mentre il Redmi Note 7 lo ha collocato nella parte posteriore.

E infine il prezzo. Vi lascio cercare in autonomia nel web e la sorpresa più grande sarà proprio il prezzo. E non sto parlando della differenza di prezzo perchè ad oggi si sono equivalsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.