La bolletta telefonica diventa semplice da leggere e anche più completa.

La bolletta telefonica diventa semplice da leggere e anche più completa.

IL GARANTE NELLE COMUNICAZIONI PROPONE DI INDICARE UNA SERIE DI INFORMAZIONI INDISPENSABILI AGLI UTENTI CHE RIGUARDERANNO NON SOLO I CONSUMI.

L’ultimo provvedimento dell’Autorità per la Garanzia nelle Comunicazioni aumenta la categoria dei numeri bloccabili e impone una serie di informazioni che i provider dovranno indicare sul conto.

L’ Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) sottoporrà le due questioni come sempre a consultazione pubblica, e in un secondo momento quindi diverranno effettive.

Con tale provvedimento l’Autorità ha aggiornato l’elenco delle numerazioni per cui l’ utente può chiedere il blocco permanente di chiamata. L’ampliamento delle categorie ‘ bloccabili’ è fondamentale per evitare spese inattese.

AGCOM si preoccupa inoltre delle informazioni che ritiene sia necessario figurino in bolletta. Per primo dovranno risaltare maggiormente i costi dei prodotti in vendita abbinata come il modem o lo smartphone inclusi nell’offerta.
In secondo luogo anche i costi dei servizi a traffico e non a traffico dovranno essere posti in evidenza, in particolare dovranno essere ben divisi.

Fra le altre grandi novità volute con il provvedimento c’è il grafico che indica la spesa degli ultimi 12 mesi e uno specchietto che in breve ma sufficientemente chiaro riepiloghi le condizioni economiche dell’offerta, specie se flat o semiflat.

Un’altra informazione interessante e spesso necessaria è quella legata al servizio misurainternet.it, il portale che permette di testare la qualità della propria connessione e, prossimamente, comparare la propria offerta con quelle dei competitors per individuare la più vantaggiosa.

Relativamente al conto gli operatori non potranno più imporre le modalità di ricezione della stessa. Gli utenti potranno scegliere se ricevere la bolletta cartacea al proprio domicilio oppure nella casella di posta elettronica eliminando i costi di stampa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.