Il Signor ILIAD è in crisi e non corre più veloce

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Le azioni del colosso francese sono in perdita in borsa, l’impero di Xavier Niel non è più così forte.

Il prezzo ultrastracciato non funziona più, dopo anni di progressi e tendenze ultrapositive, ecco i primi cedimenti. L’azione di Iliad, holding di Free mobile, ha perso il 20% in borsa e gli investitori non sono più contenti. Stiamo parlando di un gruppo con 5 miliardi di euro di fatturato e oltre 20 milioni di abbonati. In verità i competitor non stanno meglio: Drahi (Sfr) nel 2017 ha assistito a un tracollo dell’azione di Altice, casa madre dell’operatore telefonico, e in un anno è scesa da 20 a 7 miliardi di euro.

Il low cost non ripaga più?

Vedremo cosa succederà in Italia dove Iliad è appena sbarcata. Vero è che stiamo parlando di un mercato ormai saturo, dove i margini di crescita sono ridotti.

Al grido “casser les prix”, tagliare il prezzo, ha fatto eco in Francia il ribasso dei prezzi dei competitors, che però hanno poi adottato altre contromosse. Martin Bouygues ad esempio ha investito su ADSL e fibra, sempre con un motto analogo, ovvero stracciando i prezzi e facendolo in un settore che aveva fatto la fortuna di Niel anni prima.

Oggi Niel, che rappresentava l’outsider per eccellenza, attribuisce il rallentamento nella espansione del suo impero proprio alla concorrenza anche se per gli investitori e per gli esperti di settore la verità è che non abbia fatto investimenti. La rivoluzione proclamata da sempre da Niel deve passare anche per l’innovazione e non sta accadendo.

Niel non corre più veloce, è forse in crisi, ma rimane uno dei dieci uomini più ricchi di Francia.

Forse qualcosa bolle in pentola con il rilancio di Freebox da tempo sussurrato da Niel. Intanto ha parlato del lancio in Italia di Iliad, una partenza avvenuta in forte ritardo rispetto alle attese, ma sulla quale punta molte speranze. E’ proprio il fronte dei nuovi mercati che potrebbe costituire l’effettivo rilancio dell’impero di Niel.